...E se fossi gelosa?


Quali battiti, quali umori
o profumi e batticuori,
dove l'anima? Ed il tormento,
l'acqua, il vento, il desiderio,
ciò che sento e ciò che sei,
quando vuoi, i tuoi tremori,
l'alba i sogni ed i bagliori,
il corpo, l'anima,
...i tuoi occhi...
il sorriso ed il respiro,
ciò che senti e ciò che doni,
i segnali, i tuoi sguardi,
i tuoi sbagli e gli sbadigli,
le cattive e quelle buone,
le intenzioni!
I sogni ed i dispetti,
le tue mani ed i pensieri,
il tuo seno, l'alba...
il pane, i tuoi fianchi...
il tuo sguardo come neve...
i tuoi baci, la mia notte,
castigo del perdono
e le volte che abbandoni
poi il fatto che stupisco
se ti penso
quando manchi,
non ti vedo e ti accarezzo,
non ti cerco e mi disprezzo,
la mia voglia di segnare
le tue labbra con le dita,
e la mia vigliaccheria
che mi frena,
poi regala solo un soffio,
un tremore stretto al cuore
che non muore, non finisce
quando alzi le tue forme
e resta l'anima,
resta il soffio, quell'odore,
il tremore delle mani,
il segnale che tu c'eri
ed io ero dentro te!

Altre opere di questo autore