Lotta delle Guarentigie, Legge delle Investiture

Lotta delle guarentigie e legge delle investiture

Il sociale ha in tutto preso il sopravvento e tutto nel suo nome ora si svolge.

 

Socialistici, Assistenzialistici, Patriottici, Monarchici, Eventuali, Romanici, Augustèi, Palpabili, Dittici, Polittici, Agnus Dèi, Imperiali, Statistici, Desiderosi Comunistici Quando Se li sogna tutti quanti insieme e ne approfitta, Esaltati, Strappandosi i capelli, Monumentali, Cattolici soprattutto e più che altro, per tradizione laica se non altro, Privati, Sogna anche i suoi Crittici, si accoppierebbe persino con Fassino, La Diva che la Dava Purchessia Nobile Fra le Duchesse e le Contesse asburgiche ancora sparse Fra militari Condivisa Con Divisa Ma discendente araldica di ricchissima e Nobile repubblicana fu la Prima repubblica repubblichina, e sempre molto China, Quando non  dava ordini alle servitù che ne esaltavano il valore di donna La più perfida e borghese Confindustria dei Monti dei paschi delle Siene,

e delle scene sempre presenti sulle più turrite ed agognate terre di che mondo ogni paese, piccolo o grande persino a crevalcuore , Cavalieri di nomina eccelsa, Nobile e lustra più che illustra, Burocratica Bureau che sventola ferrari come figa e unico suo vanto e tifa per juvenali di yuventus ,blu vertigo sanremini, Fiorelli dei più Belli, Gli indifferenti di Moravia, i figli legittimi o illegittimi, dalla chiesa che s’aggiusta i tempi e che s’aggiorna ,più ancora da pseudonimi e scrittori che ne vantano le prestazioni o gli onori e ricche discendenze come in una bella estate, ma a quei tempi non si contavano nemmeno poveracce e disgraziati come ora, ed erano obbligate , buttate per strada o accolte nei conventi per i figli dei preti per favorire i preti, che s’accoppiavano sempre e come più che volentieri insieme alle loro bigiotte bigiottelle, le più belle,

delle bigiotterie le più bigotte te la spalancano tranquillo, non hai di che tanto da fare a conquistare, riso amaro, trovatelli, conventi, riforme e controriforme, i più riformati di tutti fra i riformatori più esistenti, allora i bambini e le bambine venivano usati già molto presto in tutti i modi e sensi, e molto prima di ora, ma anche ora, non è cambiato tanto, diciamo che ora è libero mentre prima era obbligatorio,  la facciata è la stessa solo più pane e figa per tutti e all’aria aperta, che sarebbe l’unico motto giusto, di una campagna elettorale che si sveglia rivendicando nobiltà, chiarezza, smodatezza, ricchezza, ecc. purchessia tutto quanto quel che sia, rivangando ogni passato, ogni presente, e ogni possibile futuro. ecc.

Anche le signore o signorine hanno fame e non devono per fortuna per loro più ora tanto fingere di non averla, però così come vengono con te vanno anche con molti altri.

Il significato del banale motto è invece molto più ampio, significherebbe la possibilità di fare e costruire una famiglia normalmente, avendo anche a disposizione un luogo , cioè una casa, o una dimora, per potere anche liberamente procreare anche più di un figlio, senza dovere troppi conti dovere fare, avendo del tempo a se stessi dedicare, senza troppi cardinali e vescovi in mezzo alle palle e da mantenere, il popolo affrancato e non più così suddito, moralista od immorale, e via dicendo e seguito, senza avere troppe tasse da pagare per mantenere sempre di merda stesse facce, per mantenere sempre e troppo, troppo stato e troppa chiesa, e gli stronzi come te.

Da Quarto al Volturno, anche in sicilia si sentono tutte quante molto passionali ancora desiderose e assai garibaldine, è una cosa bella, focosa e che fa tanto patriottismo, lolita Nabokov, soprattutto a Trapani dove è stata scritta una di quelle Melisse insuperabili

Forse non un vero e proprio capolavoro letterario, ma che in compenso ha ottenuto un'infinità di successo ed è servito molto a liberare e conquistare finalmente una libera chioma fra le più giuste tette

Convergendo poi in tutto quanto e soprattutto a Roma. Cristo secondo carlo levi si fermò già molto prima, ma mai si seppe da dove esso partì di più preciso

E Le isole di o dei..., giovani puledri Notabili stallieri che vi potesse essere, magistero e magistrata, classica nobile e la più ricca e borghese la Professoressa Professionista con i prati sindacati e con i frati, Cartomante anche in politica e in Carriera sulla carrera che sempre tutte le strade sue Avvolgeva , secondo tempi e fasti e dolci vite invitate e avvitate svitate manomesse , ma non era sua la colpa, anzi lei scriveva e patrocinava solo cause idi pace in indocina e tra i paesi poveri. Lolita di Nabokov era la madre, non la figlia, poi riavviate e rieducate secondo nomenclatura e fabbisogno personale dove e quando la Segretaria più segreta sempre prorompeva il culo quando saliva sulla scala del suo unico Cielo ed orizzonte proprio.

 

 

 

Nota. Senza pretese proprio, scritta in fretta , toh mezz'ora  a dire molto, e senza impegno, perché di fatica e tempo da perdere...basta.

Un saluto particolare alla redazione che è stata sempre così tanto gentile, ma mai soprattutto, opportunisti compresi, come adesso.

La revisione e correzione viene svolta da me stesso e richiede ancora un po' di tempo.

Saluti di nuovo e buona domenica. 

 

 

Altre opere di questo autore