Ritornerai nell'oltre (controcultura)

Ritornerai  nell’oltre (spiritualità come rinascita)

 (CONTROCULTURA)

Ritornerai nell’oltre e nell’oltre rivivrai

Ti perderai nel senno dell’innocenza

Dove tutto è desiderabile e segreto

Dove tutto di nuovo per te sarà mistero

E incanto d’ogni meraviglia dopo meraviglia

Dove vedrai la bellezza rimanendone puro

Contento che essa ti sia attorno

Godrai delle sue forme e dei suoni

Non avrai nè sete nè fame e non sentirai più il corpo

Sarà un sonno lungo di contentezza e vicinanza

Sarà l’ora dei contorni del cielo

Avrai l’ebbrezza dell’affetto e dell’intelletto e ti sentirai amato

Dalla bellezza e dal suo piacere circondato

Basterai a te stesso sarai il tuo capolavoro

Della vita quando eri un bambino ritornando

Indietro guarda quanto sono belli e puri i bambini

Come loro

 

Le tue idee sono fiorite hanno fiorito e rifiorito attorno

Tu eri sei stato tu sei e tu sarai oltre ogni desiderio

Ogni saggezza ogni arte ogni parola ritroverai

La essenza spontanea del corpo come pianta

O animale o vivente dimenticherai l’uomo

L’angoscia gli altri dall’alto dall’altro punto

Della comprensione distaccato dalla umanità

Dalla cultura e dalla sua afflizione dalla civiltà

Tornerai qual’eri nessuno uno tutti tutto niente

Il nulla non sarà una promessa od una redenzione

L’essenziale è compiuto sei nato ed hai vissuto.

Ma vivo sei ancora vivo nel candore, l’innocenza,  

in quella nuova realtà sempre più vivo e la bellezza ti circonderà facendone

anche tu parte e ingenuamente ne sarai attratto felicemente attratto.

 

 

Altre opere di questo autore