Ogni idea si mischia e si confonde ( europa )

 

Ogni idea si mischia e confonde

Combatteremo e accetteremo

Realtà più scomposte ampie e complesse

Il divario di miserie sarà forse lo stesso

Il vizio ed il male sarà regolato al rimedio

Lo sconcio è già lavoro accettato

Il vizio è già libertà d’insopportabile vita

Evasione da essa nel viver smodato

Dogane di occhi esportati nel vitreo

Ricambi di organi sani il male espiantato

I ricchi ne godranno i trastulli

Alzeranno palpebre molli invidiando

Al contempo ordinando più carne

Al macello le macchine umane

La banca dei dati insorge all’umano

Richieste al delirio curato spezzato

Il geriatra promette fontane rinnovi

La vita delle specie razziali di marca

Un organo sano allunga la vita

Deposita resurrezione al cristo dell’evo

Il messia darà immortalità

Esplorato il mondo difenderà il debole

Quale discriminazione nuova verso sé stessi

Quale vituperio esclusione nel programma

Annullati ambulatori i presidi

Le carte scomparse delle mappe genetiche

I robot avanzeranno celando l’origine

L’umano non farà parte di noi

Le macchine nuove segneranno la fine

Ogni conflitto risolto io disimparo Illudo

e odio e olio mixato amore verso dentro le viscere

Prenderanno a prestito elmi e scudi

Ribellando con spade aguzze feroci

Macchine o miserabili corpi privi

D’effigie non saranno identificabili

Senza diritto i ribelli insorgono

Taglieranno le teste infilandole

Sui loro corpi rivolti saranno le macchine

A

 

 

……………..

…………………

 

 

A decidere

Alla mente al lamento

………….

……………………

Intransigente ferree regole

 

A correggere

……….

All’umano sconvolto

Divenendo del tutto inumano

Ritornando alle origini decomposte

 

A decidere……….

 

 A correggere

                A sorreggere  il fato.

 

 

(Europa ) 

una composizione mia, che risale come minimo a 6 anni fa , 

Altre opere di questo autore