TURBAMENTO





ti guardo
e stringo i pugni
nelle tasche
feroce fino
a farmi male

e tu ridi
viva come il sole
ridi con le tue amiche
senza girarti mai

è il fuoco che sento
nelle vene riarse
i battiti del cuore
sembrano tempesta

e tu
nemmeno mi noti
mentre stringi
un'altra mano

tu
che ti allontani
ed io
ti perdo ancora


 

Altre opere di questo autore