sentieri d'inverno, assenti sguardi

Sentieri sontuosi il mio misero ed ingenuo sguardo avvolgono. D?inverno rami nudi, poi vie esasperate, del verde prive, mi fanno compagnia, ricordandomi di rimembrare. Sguardo e ricordi nella fredda stagione rimpiangono i raggi splendidi ed incerti di un sole lontano. E le tremule foglie gi? secche si piegano, e nel tempo si disperdono.

Altre opere di questo autore