Ricomponi il tuo tempo...

Ricomponi

il tuo tempo

mentre
 
mi faccio da parte
 
in un’attesa
 
nostalgica e viva
 
che lascia sospesi
 
gli abbracci
 
e i dispetti.
 

 
Scordami
 
fino al prossimo
 
sorriso spontaneo,
 
o al prossimo sberleffo,
 
o al prossimo sospiro.


 
Saranno
 
occhi negli occhi
 
e un fuoco acceso
 
un’altra volta,
 
e un’altra volta
 
sguardi da evitare
 
con aria circospetta.
 


Non temo
 
questo limbo
 
già frequentato
 
a lungo,
 
ma non è posto
 
ove resterei con te.
 
 
 
Attraverserei
 
questa palude
 
col fango
 
alle ginocchia,
 
se me lo permettessi,
 
e ti accompagnerei
 
a piedi
 
sulla Luna.


 
Poche soste,
 
seduti a parlare
 
sui cactus,
 
o a prender fiato
 
ciascuno in disparte;
 
il resto del tragitto
 
al giusto passo,
 
al ritmo dei
 
nostri battibecchi
 
e delle canzoni
 
che mi ispirano di te.
 
 
 
 
[19.12.2016]

Altre opere di questo autore