Van Beethoven

Ancora Ludwig Chino e ricurvo gobbo accompagna con infinita delizia i miei ricordi con moonlight. Ancora.... per giorni , anni e poi ancora, finch? pace non sar? in questa chiesa sconsacrata. Fatta di panche rotte e mezzi lumi, pulpiti senza statue. Acqua benedetta solo quando piove , in un catino arrigginito adagiato sulla muffa color desolazione. Ancora Ludwig in adagio sostenuto, avvolto di pannistracci e ragnatele. Ancora moonlight! Rieccheggia. Rieccheggia e rimbomba tra Le arcate e le volte del mio Passato, dipinto nella chiesa del Cuore. Un cuore ove con rispettuoso Silenzio, piango evocando la pace Del cristo. la piet? del nulla , quando Il nulla prende un senso. I colori Svaniscono ed il passato svanisce come I sogni all?alba.

Altre opere di questo autore