Amuri e Tarantella (poesia in vernacolo)

Abballamu ‘sta tarantella
alligrìa ni metti assà
abballamu la tarantella
n'annacamu di ccà e di ddà!

(Idda)
Amuri miu attentu ca me frati
ni sta taliannu e nun vidi l'ura
di iri a sparlari cu me matri
mi piglia a timpulati e su' dulura!

Abballamu ‘sta tarantella
masculi e fimmini chi ci fa
abballamu la tarantella
e satamu di ccà e di ddà!

(Iddu)
Amuri miu nun ti pigliari scantu
ti vogliu beni e n'am'ammaritari
iu vegnu n'di to patri e ci lu cuntu
"nun dormu chìù, so figlia m'avaddari!"

Abballamu ‘sta tarantella
alligrìa ni metti assà
abballamu la tarantella
n'annacamu di ccà e di ddà!

-------------------------------

Dialetto dell'Agrigentino

Amore e Tarantella

Balliamo questa tarantella,
che ci mette tanta allegria
balliamo la tarantella
ancheggiamo di qua e di là!

(Lei)
Amore mio, attento che mio fratello,
ci sta guardando e non vede l'ora,
d'andare a sparlare con mia madre
mi prende a sberle e le cose si complicano!

Balliamo questa tarantella,
uomini e donne che male c'è
balliamo la tarantella
e saltiamo di qua e di là!

(Lui)
Amore mio, non devi spaventarti
ti voglio bene e ci dobbiamo sposare
io vengo da tuo padre e glielo racconto: (dico)
"non dormo più, mi deve dare sua figlia!"

Balliamo questa tarantella,
che ci mette, tanta allegria
e balliamo la tarantella
ancheggiamo di qua e di là!

------------------------------

In Sicilia, una volta, per non dare scandalo, gli uomini ballavano con gli uomini, le donne con le donne...

Mi rendo conto che nella traduzione, purtroppo, la poesia perde molto in musicalità...

Altre opere di questo autore