LE ROSE DI ISIDE


E' notte, la luna veglia sul mondo,
sperando in un bel sogno,
io mi addormento, sorridendo...

... al suono di tamburi e cimbali,
in onore a Iside, dea della fertilità,
splendide fanciulle coperte sol di veli,
danzano con suadente femminilità...

Tutto è circolare nei loro movimenti,
i loro corpi, le braccia e le mani,
sanno di origini lontane, ancor presenti,
i pianeti, la terra e le stagioni...

E' mattino, il sole è già presente,
rammento il bel sogno...
... sensuale, dolce danza del ventre!

Altre opere di questo autore