un bacio sul tavolo



Sfumature d’inchiostro
di giardini interiori
ripieni di suoni
azzurri e grigi,
trifogli di sillabe
racchiusi nella busta
sigillata da brividi
e profumi di pioggia

le lacrime della natura
non hanno sbiadito
i petali graduali
lacerti confluenti del mio mare

quell’essenza, quel bacio sul tavolo
pallido, palpitante di orgoglio
che s’impiglia morbido…
resta lì
improbabile equazione
tra petali
e nuvole in corsa

*

Altre opere di questo autore