sono nata

sono nata
col rovello
una scintilla
che mi brucia dentro
costantemente

sento troppo
ragiono di cuore
vivo di ferite
e stelle

sono nata
col rovello
accomodo la mia coperta
ogni sera
l'adatto alle mie stelle

non mi capisco
a volte mi odio
non accetto questi occhi
d'anima 
sono stanca di loro

poi guardo un tramonto
ascolto un profumo
anche piccolo
assaggio una nota
vivo di libri
ed è paradiso

sono nata 
col rovello
mangio poesia
brucio il cielo
entro negli io
bacio la natura
ed è benedizione



*



Altre opere di questo autore