Genocidio

Odore di morte intorno il mare ha spazzato via tutto l?amato mare in un giorno maledetto dove il sole scaldava la riva ed il silenzio avvolgeva ogni cosa ha travolto il nostro mondo quando non c?era vento, n? pioggia, quasi un momento sospeso nel nulla poi l?apocalisse l?inferno nato per caso per noi che vagavamo felici intorno al mare il nostro mare che il giorno di natale non ha avuto piet? come potrebbe una madre uccidere i suoi figli un?onda immensa vorticosa forte ci ha accolto in un fragoroso abbraccio abbraccio di morte e poi pi? nulla nel suo immenso fluttuare insensato tutti ci aggrappavano a qualcosa qualsiasi cosa potesse contrastare la forza distruttiva poi la fine spinti oltre la strada oltre le case oltre la vita adesso raccolgo i pezzi di un mondo che non c'? piangendo e gemendo per coloro che non ci sono per quelli che non avranno un nome, una tomba, una speranza che dio, se esiste, ci dia la pace perch? nulla siamo nell?immenso del cielo

Altre opere di questo autore