IL "BURQA"



             L'UOMO DEVE VIVERE
             UN'ALTRA VITA
             PER IMPARARE  AD AMARE
             I PROPRI FRATELLI.

             LA MANCANZA D'INTERIORITA'
             LO FA SPROFONDARE
             NELL'ABISSO SENZA FINE
             DELL'UMANA CRUDELTA'.

             IL SUO FANATICO CREDO
             RIDUCE LE MADRI E LE SORELLE
             A DONNE "OGGETTO"
             E NON COMPRENDE
             CHE ,IL CELARE
             -sotto il ruvido manto -
             LA PROPRIA DONNA,
             E' UN SEGNO TANGIBILE
             DEL SUO ESTREMO EGOISMO !

Altre opere di questo autore