SEI LONTANA UN SECOLO

Mi sei vicina, ti vedo, ma...sei lontana un secolo. Ti guardo, vorrei parlarti, stringerti, baciarti... ma...sei lontana un secolo. Non so se amarti o odiarti, se dire a me stesso: -non l? amo- o continuare a mendicare un tuo sguardo e cercare di cogliere un furtivo tuo sorriso un attimo di gaiezza nei tuoi occhi per rendermi felice. Mi sei vicina, ti guardo, arrossisco, potrei toccarti, sfiorare i tuoi capelli, accarezzare una ciocca ma...sei lontana un secolo. No, non potr? vivere cos?, non potr? mendicare sempre per l?eternit? un tuo sorriso. No, non posso dire questo non potrei vivere senza che almeno i tuoi occhi mi guardassero. Sfiderei tutto: il mondo, la vita, il pericolo se di bisogno fosse chiedere l?elemosina sui gradini della chiesa, per avere piet? da te per leggere nei tuoi occhi: -povero uomo come si ? ridotto- lo farei,non esiterei un attimo e felice griderei al mondo: -i suoi occhi mi hanno parlato, non ? una donna, ? un angelo-. Se per avere un SI da te vorresti che portassi il mondo ai tuoi piedi lo farei e felice potrei gridare al mondo: -mi ama- ma sei lontana ....un secolo!

Altre opere di questo autore