La scelta

In un giorno senza sole
tra un terreno e dei palazzi
camminavo con qualcuno
che mi disse...
questa vita è la peggiore
tra le altre che verranno
l'importante è esser forti
per creare un'altra vita
e poi altre dopo quella.

Fu allora che compresi
il valore della forza,
Il piacere era sottile
nel conoscere l'essenza
del rinascere in eterno,
ma...fui triste
quando vidi che accadeva
da una luna che moriva.

Quel rinascere continuo
tra le lacrime di luna
alla fine mi disperse..
ricordando le tre strade
venne il tempo della scelta,
non volevo tante vite
che non davano assoluto..
fu per questo che decisi
di cercare l'infinito.
  


Altre opere di questo autore