Ma, ti rendi conto?

Ogni tanto conto i passi gli assi tirati gli ossi mollati l?acqua nei fossi i fogli smossi vado e passo dopo passo passo ma calca e ricalca spero resti un calco o anche un solco non solo parole e fole nel sole fortideboli tracce non solo allegre facce sotto le suole orme sebbene difformi atte ad informare sugli inciampi da evitare pu? sempre servire essere utile capire Poi quello che sei seme di lino effimera mimosa pudica chi vuoi mai te lo dica quel che non sai prima che tu muoia ? se resterai bonsai oppure sarai sequoia rebus anagramma gioco di parola sempre hombre che da ombra apparirai inutile o utile poi basta una effe sola vedrai e tutto s?invola

Altre opere di questo autore