Non ? un'ombra che taglia un corpo

Non è un'ombra che taglia un corpo
L'ombra rossa è viva sulla terra
Dove sradicata la madre
Di pelle diversa
Nuda è stata esposta come il sacramento
All'adorazione dei lati oscuri dell'uomo
Alle civiltà dalla storia oscurate
Dove parole e volti sono spezzettati
Dalle seguenze impure delle mani
neanche le onde trasmettano le seguenze dell'esistenza
Galleggiano nel vuoto le tecniche
Credute frutti delle civiltà
Il nero cibo è stato bevuto
Bevuto da chi con occhi azzurri
Si specchia nei cieli e continua a scavare
Nel fondo della terra e la danza
Accompagna la morte
Che è dolce alla madre dai capelli d'oro
dai capelli di cenere fresca


www.antoniocoppotelli.it

Altre opere di questo autore