Il dono

Sei ghirlanda
dai bianchi fulgori
che la nube
della mente cattura
cercando ispirazione.
Ornamento
dell'anima
nutri i miei versi.
Sorridente pensiero
dei musici celesti
vieni a me
con affetto.
Tu
il cui volto
assomiglia a quello
di un cherubino
occhi magnetici
chioma lucente
ali variopinte
della poesia
concedimi il dono.
Oh scintilla
dello spirito dei poeti
che mai si spegne
tu
dal fascino impareggiabile
rendi la mia lirica
pari al tuo dono.
La tua beltà
supera in incanto
quella di chiunque altro.
Il tuo risveglio
supera quello
che la feconda primavera
fa fiorire.
Più vasto
e più profondo
tu sei
più dell'immenso
e insondabile oceano.
Dinanzi alla tua figura
al tuo verbo
e al tuo spirito
letterario
io mi prostro.

Altre opere di questo autore