Dolore

Senza saperlo
giungi nelle profondità
del mio essere segreto.
L'anima non riesce
a liberarsi di te
se prima non t'accetta
senza inesorabile divieto.
È come bere
il veleno più potente...
fa male, ma poi
ingoiarlo devi con prudenza.
Falsi sorrisi
ingenue lacrime
solitudini mai cercate
ti feriscono con pazienza.
Il silenzio mi donerà
la sua verità
facendone divorare
l'aspro sapore
alle pareti del mio cuore
Una ventata di nuova forza
la vita mi concederà
per depurare ogni parte
del mio tessuto che misteriosa
si rigenererà con tutto l'amore.

Altre opere di questo autore