Paura

Dell'esser buoni
si ha paura.
Il mondo
più non premia
alcun candore.
Cercan tutti
menzogne
in quantità
lasciandosi rapire
con gran rumore.
Nell'esser crudeli
v'è più gioia.
Si han sempre
più mattini
da vivere
in superficialità
e senza noia.
Il buono
s'allontana
verso sera
per non trovarsi
di malelingue
e insincerità
in quella bufera.
Il nostro cuore
sempre splendente
la bontà conserverà
come un diamante.
Inseguendo
la solitaria via
troverà tracce
che mai han visto
gli occhi
del viandante.
Le parole paiono
foglie al vento
che viaggiano sole.
È il premio
di chi non è malvisto
e sa quello
che vuole.
Il coraggio cancella
paura ed offese.
L'ombra della bontà
sempre ci insegue
e felici saremo
senza pretese.

Altre opere di questo autore