Indesiderata vanita'

Peccato di vanità
seduce l'intimo
del cuore
sprigionando
futile luce
nello specchio
degli occhi.
Corpo
di sofisticata bellezza
simile al cavallo di Troia
"offerto in dono"
irretisce sguardi
privi di discernimento
senza sbocchi.
Giocattolo vuoto
di sentimentali
promesse
imprigiona l'anima
in apparenze
legate al giudizio
in cui si specchia.
Non condanna la mente
innamorata
d'ammaliante parvenza
che infelice rende l'esistenza
di chi si lascia morire
nel riflesso d'una vita
che tutto invecchia.

Altre opere di questo autore