La dimora del cuore

Acquerellati colori
sgorgano
tra i dì assolati…
gialle tinte
e rosei crepuscoli
ove s’adagia
il lucente riverbero
d’una emozione
riemersa
nel tenue dipinto
come alba dorata.
Tenui raggi
mi baciano
gli occhi…
lievemente
m’accendono
il cuore.
Un nuovo giorno
prontamente
s’affaccia…
desioso di giocare
coi miei pensieri.
Accompagnato
da bianche
ovattate nubi
e cinguettii d’uccelli
meravigliosa visione
come sentinella
m’abbraccia…
per riempire
le stanze
della mente.
Rivivo
l’antico sentimento
di fanciullo
con la gioia
d’ogni acerba
spensieratezza
che il trascorrere
del tempo
avrebbe maturato
come un frutto
non più dolce
da mangiare.
Disincanta
il calzare degli anni…
eppure,
nella dimora del cuore,
per quel sentire vivo
per quel sincero
graffio della vita
per quell’aria
di casa mia…
l’anima sempre respira.

Altre opere di questo autore