La veglia

Resta acceso
il fuoco vitale...
foglie marcite
bruciano il male.

Cumuli di menzogne
la fanno da padrone...
vigili si resta
spartendo le poltrone.

Nessuno cancelli
ciò che è stato scritto...
ogni pagina è la prova
d’un malaffare troppo fitto.

Si resta sulla soglia
osservando l’accaduto...
non v’è alcuna spiegazione:
chi si ferma... è perduto!

Altre opere di questo autore