Ruota

S’aggirano

tracce non scritte...

simili ad essenze inalate

nelle sbiadite memorie

dagli anni ingoiate...

per ritrovarvi accesso

come anime obliate.

 

Sbocciano nascenti

mostrando il nudo capo:

fiori tra foglie avvizzite...

allor la mente riassapora

il profumo del passato...

solleticando speranze

nel tempo sopite.

 

Un ricordo innalza

la visione dell’intorno:

quel che s’era rivisto

nel proprio crescere

diverso appariva alla mente...

antico sapore da gustare

tra gli sguardi della gente.

 

L’atmosfera evidenzia

il ripasso d’un vivere

semplice e genuino...

annullando logiche

del costante malanno...

confusi sentimenti

creano solamente danno.

Altre opere di questo autore