Di che Marca sono le Scarpe?

  Saprò essere consapevole
degli eventi che la vita
dispone con astuzia
per un viandante destino,
crudele come l'asfalto
bruciato dalle gomme
di un'antica auto d'epoca,
e del silenzio che corre
dopo l'urlo del corvo
fermo sopra la croce di marmo
di una cripta svuotata,
si poserà lo sguardo
sulle suole consumate
e nessuno dirà:
Di che marca sono le scarpe?





Come me, anche voi
sognate la felicità
che si ripone dentro
i lembi del cuore,
e dei sogni mai
spartiti col sofferto
silenzio beffardo
del volto di un nottambulo,
mite attendete speranza
nell'istante in cui
crollerete dal baratro oscuro,
poi vi alzerete
e il viaggio, nuovamente alle spalle.



Altre opere di questo autore