Poesia

Sfiniti tutti gli amanti dormono mansueti soffri d'insonnia vieni a rompermi il sonno masochista di merda piu?ti tratto male prendendoti a calci nel culo piu?vieni a leccarmi i piedi cercando di sedurmi invadendomi l'animo con la tua sensualita?sfrenata di profumi di miasmo di zitella in calore alle porte dei sogni l'aurora consegna le chiavi nelle mani dell'alba t'infili nel mio letto senza avvertirmi con il tuo corpo bollente vestito di carne usata dalla tua bocca di fuoco esce una lingua che gira vorticosa nell'ombelico creando brividi vollutuosi le tue labbra carnose mi succhiano un'orecchio la lingua scivola clandestina sul collo finendo leccandomi il petto villoso le unghia delle tue mani carnute mi graffiano le cosce attraversandomi la pelle perdendosi nella carne provocato dal dolore ti sbatto fuori dalla porta scaravendandoti nella luce soffocante dell'alba con il tuo stile di narcisa ecocentrica e?inutile che rimani li?snervante cercando d'incutere pieta? giro le spalle dall'altrra parte tirandomi la coperta sugli occhi ti lascio morire in attesa del giorno poesia invadente poesia oggi non ho voglia di scriverti devo ascoltarmi i tuoi lamentosi strilli che muoiono schiantantosi sui vetri della mia finestra tremante... Newport 27 novembre 2007

Altre opere di questo autore