A Dario Bellezza

Nell'epoca delle mucche pazze colpite dall'epidemico morbo ti hanno marchiato...marchiato a sangue con l'orribilante sigla A.I.D.S... cosi` la tua prelibata carne e` immagiabile per quei parassiti mediocri che ti hanno esposto alle platee televisive pensando di diventare famosi con il nefando scoop divorando con gusto la tua casta immagine... sono riusciti a murarti in un grumo d'orrore iniettandoti dosi tremende di depressione nessuna ombra di pieta` per il sensibile animo di poeta... ognuno di quei merdosi cani rognosi ha affondata la lama affilata dall'arroganza del suo coltello nel tuo nobile cuore colmo di sacrilita` e il tuo cervello annidato di genialita` per poi venderli divertiti al mercato della ferocia... un Poeta e` destinato a morire da solo Martire Folle immerso nei suoi soavi versi ma morire traumatizzato per colpa di invidiosi accattoni e ben diverso credetemi cadono le braccia si innorridisce dinanzi a tanta disumanita`... Roma 6 Gennaio 1996

Altre opere di questo autore