A Simone

Piano piano sei cresciuto in me, dolce figlio mio, poi sei nato ed hai avuto bisogno di me perch? ti accudissi in tutto. Sono passati i giorni ed ogni tuo passo verso la vita era una conquista anche per me. I tuoi dentini, i tuoi passi, le tue parole, i tuoi desideri, tutto faceva parte della tua e della mia vita. Sei cresciuto bello, forte, robusto, con quegli occhi furbi, hai imparato tante cose; le tue emozioni del primo giorno di scuola, le tue prime cadute dalla bicicletta, sono state anche le mie emozioni. Il desiderio di stringerti a me ? forte in ogni momento del giorno. Ho paura nel vederti crescere di non riuscire ad essere una buona madre. Oggi, ogni tanto devo fare a meno di te. Lunghi vuoti pieni... solo di lunghi silenzi, mi mancano i tuoi capricci, le tue grida, i tuoi baci, le tue braccia al collo quando rientro a casa, mi manca il tuo corpicino la sera quando non ci sei, di solito ti addormenti fra le mie braccia, certo che sonno pi? tranquillo non potrai fare. Ti amo tanto, figlio mio, questo vorrei che tu ricordassi, anche quando non ci sono, ogni sacrificio ? una gioia se fatta per te, ogni rinuncia, ogni sconfitta pu? essere una vittoria, se fatta per te. Ti amo tanto, figlio mio, questo vorrei che tu ricordassi, anche quando non sono con te, anche quando tu, non sei con me!

Altre opere di questo autore