SOSPETTO

SOSPETTO Rompi il silenzio sospiro leggero della notte scivola lento nei meandri nascosti del cuore un oscuro pensiero dipinto di nero offusca l?azzurro del cielo. S?insinua furtivo, non ? folgore dalle spire di fuoco che brucia, divora e uccide ma freddo raggio di stella luccicante d?opale. Vorrei gridare di rabbia ma so benissimo d?essere preda nudo, tremante, guardo nel buio nascosto rifugio del sospetto latente come tarlo che rode scavando nascosto. Lo vedo danzare avvolto nel funereo lenzuolo nella plumbea nebbia presagio del nulla dubbio sottile come filo tagliente d?acciaio partorito da ventre schifoso di ragno, stretto in spire m?avvolge senza possibile fuga in una prigione di ghiaccio Bruno Gasparri

Altre opere di questo autore