LA META

LA META Nel lento declino del giorno che muore, il sole sfavilla tra gli alberi del ripido colle. Fermo l?aratro che spacca la terra, dal camino della casa lontana si leva un filo di fumo, avverto il tepore protetto dal tetto, profumo di pane che cuoce nel forno si mescola nell?aria, scalpitano gli armenti, la stalla, il fieno gli aspetta, come aspetta la casa lontana. Svelto m?avvio, seguito dal tiro prima che il buio nasconda il sentiero, pronta, nel portico, s?accende la luce che guida, segno sicuro, nella casa c?e? chi aspetta. La strada ? segnata, chiaro ? il richiamo, stanco ma felice, raggiungo la meta. Bruno Gasparri

Altre opere di questo autore