Per Te una rosa

Al rintocco di ogni nuova stagione
ricordami di indossare l'abito adatto
il cuore é stanco di scandire vuoti minuti
ogni ardore affido al vento
mentre il cielo piange irridescenti gocce.

Cosa resterá di me in queto mondo?
giá l'anima cavalca l'onda
silente spumeggia nel buio mare
forse un gesto o vuote parole
ugualmrnte le voglio dipingere
arricchite con versi e strofe
colmi di sfavillanti metafore e d'amore.

Di profumata aurora intensi ricordi
tutto sembra solo un sogno
immerso in intimo attimo
gelosamente avvolgo il piacere della bellezza
a volte parole volano alte
poi si perdono nel silenzio che ammalia.

Ma ora ci sei Tu
leggiadra consapevole nell'appartenenza
con gioia offri la tua mano
trasformando autunni stanchi e freddi inverni
in fiorite primavere preludio di calde estate.

Nuovo ardire é vivere con Te
respirando intensi nuovi profumi
il sorriso e la tua voce
diluiscono regole e destino
sempliemente, in questo soleggiato mattino
sussurrarti:" buon giorno amore "
per Te queta rosa.

Bruno Gasparri

 

Altre opere di questo autore