Testimone

Testimone

 

Immerso nel mio cosmo, raccolgo cocci d'esistenza
cerco immagini sbiadite dal tempo

si frappongono confuse, roteano luccicanti
nentre, in preludio, leggera melodia risuona.
Sgargianti colori di pittura astratta
come enigma sancisce l'appartenenza
a questa vita, tra anni in giorni e notti alterne.
Ho cercato di trasformare in sogno, colmo d'armonia
il destino, dove l'zzardo é vivere
ora che ho attraversato il mio tempo
a chi raccontero di essere testimone di anime innocenti
chi nai vuoe ascoltare racconto di falsi amori
e del tradimento dell'uomo che coninvolge Dio.
L'aria odora dei profumi di una nuova primavera
nella clessidra la sabbia continua a scorrere
ho riposto nella mia stella la figucia
pensando che mi assiste dal cielo
poi o solcato i mari, sulla duna impressa l'orma
sulle cime immacolate, respirato la pura brezza
nelle cittá mi sono confuso tra la folla.
Ora esauriti tutti i compromessi
nell'aurora di un futuro affidato a insensate probabilitá
sono come un libro illustrato dimenticato in bibbioteca.

Bruno Gasparri











Altre opere di questo autore