La voce polvere di stelle

Scritta a quattro mani con Rosalga

  Nella tua voce ... polvere di stelle...
Ed io ci cammino dentro
ad occhi chiusi
per farmi trasportare
dalle tue complici parole belle
su per ripidi sentieri
verso le vette
d' arrendevole sconfitta
dove tenero poi mi posi
tra smarriti sensi e sparsi fiori,
sbiaditi tutti di colore
fino a ieri...
Ora invece questa voce
m'accarezza
e calda spinge,
su termiche spirali,
fino a dove volano le aquile
e lì mi depone
con delicatezza
sul telo di bianche scie di nuvole
e con loro mi consegna
alla suadente brezza
dell'emozione tremula di un rinato
brivido di desiderio...
Poi, la tua voce,
m'avvolge e m'attraversa
con aghi di sospiri
che si stendono nel sudario
di passi lenti...uno ad uno...
e poi a dieci a cento
e a mille a mille...
in un crescendo
caldo di passione
che scuote l'anima
e ruba l'aria con spasimi convulsi,
unghie nella pelle
fremiti e inarticolati suoni
che si rincorrono e s'accavallano,
s'immergono e s'avvinghiano
e si stringono ancor di più...
In quel singhiozzar di gioia
senza freno
di voglia non voluta della fine
e di corda tesa all' arco
dell' impossibile
incredibile tensione...
E si spezza, la tua voce...
e finalmente squilla! Alta squilla!

Altre opere di questo autore