Chimera

 

 

Statica

attendi l'immagine si stacchi dal muro

mentre il silenzio fluttua

e si posi sul buio delle pareti che                                                                      

non filtrano il corallo delle labbra,

 

lieve e decisa è la mano che ora solca

la pelle e ferma il tempo

plasma i fianchi inquieti

li guida in fantasie di pose

 

profondi gli occhi che penetrano l'anima

dolce la bocca che ruba il respiro

e varca la soglia color vermiglio

e s'adagia

si fonde                                                                                          

nell'essenza vitale

Altre opere di questo autore