Albeggio

 

 

“Tra cascate  e ruscelli,  come fosse il  disgelo

i sentieri sono corsi d’acqua

e nei fianchi della montagna

nella parte a sera dove  batte il sole,

sono già spuntate le viole.”

 

Nell’albeggio che sa di rinascita

vedo il tempo che tenacemente passa

è perpetuo questo susseguirsi di natura e stagioni

questo carosello di anime in cerca  e ricerca

nei presunti cambiamenti  di indefinito

 

ma tutto è ciclico, uguale, nella sua unicità

 immutabile

 

Altre opere di questo autore