Misero

Tu che aizzi un cane ringhioso
scalci il gatto pulcioso che si struscia
tu che aspetti l'irreparabile
masticando grasse parole
sostituendoti all'addetto ai lavori,
tu che denigri
calpesti
sputi nel piatto perchè sazio della vita
che cerchi e rubi miserie
senza rancore, pudore
e guardi attraverso crepe
non visto,
che copri i lamenti con walkman.

Io che non so come zittirti,
come fermarti
...sono più misero di te.

Altre opere di questo autore