Siamo come il vento

E' cos? difficile credere all'inverno come un attimo e scappare, poi tornare e dirtelo che sono come il vento. Fuggo via per cancellare attimi pentiti dell'esser nati, via per dimenticare quello che ho sfiorato e chi ho ferito, chi ho accarezzato. Nei tuoi capelli c'ero io sul tuo volto, nelle ciglia chiuse, e sulla tua pelle morbida, che ti amavo e impazzivo, come se fosse la prima volta che facessi una passo, o la mia prima parola, e sentivo che fremevi in me, vento mi hai portato via mi hai poggiato sul tuo cuore.

Altre opere di questo autore