UNA FRASE PER RIFLETTERE

Migliore e più sicura è una pace certa di una vittoria solo sperata.

IL CUORE DELLA NOTTE (2?EDIZIONE)

Claudio Leplan
Batte forte il cuore della notte mentre l?anima si stramazza al suolo, e dentro al buio che la inghiotte, da due occhi un velo prende il volo?. ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? e assumi silenzi come guardie del corpo, ogni tua ragione tramutata in un torto, un altro poco legata ai binari di un treno? ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? E portare a spasso la malinconia, sperando prima o poi se ne vada via e con la faccia di un cane bastonato non vorresti, non vorresti mai esser nato! E depistare i ricordi, non ascoltarli, divenire sordi?. Chi poteva capire non ha affatto capito o magari ha fatto finta di niente, ti hanno recluso e precluso l?Infinito e lasciato ampi buchi nella mente! ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? t?hanno detto e ridetto: ?Devi svegliarti!? arrivando te stesso fino a detestarti per quel ritornello insensato ed osceno?. Chi poteva capire ha lasciato andare, anzi ha lasciato la tua barca affondare nel mar o meglio nel punto pi? profondo del mare pi? profondo del mondo!!! Ed ? un oceano d?ignoranza, tu in isole, tenuto quasi a distanza?. ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? Batte forte il cuore della notte, chi poteva capire non ha affatto capito e all?anima che ne ha prese di botte, resta la rabbia di chi ha sempre subito? E la notte, s?abbatte e batte di un cuore solo, in una realt?, senza identit?, senza un ruolo!!!!!! ?Ma che cos?avr? di meno, cosa avr? di strano?? ??????????.
COMMENTI
Ancora non vi sono commenti per quest'opera. Inserisci tu il primo.
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
GENERE: poesia
SCAFFALE: Altro
Opere pubblicate da questo autore: 93
athenamillennium.it © 1999-2019 - Tutti i diritti riservati | v.10.0
Sito realizzato da: Arti Creative