IL CUORE DELLA NOTTE (2?EDIZIONE)

Batte forte il cuore della notte mentre l?anima si stramazza al suolo, e dentro al buio che la inghiotte, da due occhi un velo prende il volo?. ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? e assumi silenzi come guardie del corpo, ogni tua ragione tramutata in un torto, un altro poco legata ai binari di un treno? ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? E portare a spasso la malinconia, sperando prima o poi se ne vada via e con la faccia di un cane bastonato non vorresti, non vorresti mai esser nato! E depistare i ricordi, non ascoltarli, divenire sordi?. Chi poteva capire non ha affatto capito o magari ha fatto finta di niente, ti hanno recluso e precluso l?Infinito e lasciato ampi buchi nella mente! ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? t?hanno detto e ridetto: ?Devi svegliarti!? arrivando te stesso fino a detestarti per quel ritornello insensato ed osceno?. Chi poteva capire ha lasciato andare, anzi ha lasciato la tua barca affondare nel mar o meglio nel punto pi? profondo del mare pi? profondo del mondo!!! Ed ? un oceano d?ignoranza, tu in isole, tenuto quasi a distanza?. ?Ma che cos?avr?, che cos?avr? di meno?? Batte forte il cuore della notte, chi poteva capire non ha affatto capito e all?anima che ne ha prese di botte, resta la rabbia di chi ha sempre subito? E la notte, s?abbatte e batte di un cuore solo, in una realt?, senza identit?, senza un ruolo!!!!!! ?Ma che cos?avr? di meno, cosa avr? di strano?? ??????????.

Altre opere di questo autore