Una lacrima

Una lacrima cade sulle guance,
scaturisce da uno sfuggente attimo,
sereno,respiri di pace
che sovrastano il rombo di un tuono.

Ho cercato invano di fermarla
prima che mi graffiasse il viso,
prima che l'amaro sale mi bruciasse la pelle.
Mi sono sentito osservato,ho provato vergogna.

Ho chiuso allor gli occhi e ho visto
davanti a me il mio sorriso di bambino,
la mia vergogna quando mi toglievano il pannolino.

Disperso nei labirinti del tempo
mi aggrappo al mio riflesso di sole,
ai ricordi teneri come le favole.

Altre opere di questo autore