Adagio in porcellana amara

Diluisco il pensiero di te

in queste note oleose,

conservo le mie mani anguste

nel riserbo dell'inchiostro,

un sorriso di braccia serrate,

tremante pudore in porcellana.



Come il risvolto di una tenda

scivola l'anelito di te e si adagia sul pavimento,

si specchia lucido nel parquet di legno.

Altre opere di questo autore