Il cammino del vento

Notte fonda lungo il viale alberato e guarnito una miriadi di luci luccicanti, scintillanti, risplendenti nei viali della mia citta. Questa notte fonda che nel tempo si indugia sulle tiepide note dei miei passi, verso casa. Occhi rivolti verso il grigio asfalto. Ombre, altre ombre s'incontrano si animano, si abbraciano con melodico crescendo. Ho paura! No, non devo. Mi fermo. Verso l'alto, rivolgo lo sguardo. Milioni e milioni di luci luccicanti lucette siete tante come lucciole, affolate i viali dei miei ricordi. Eravate voi, dunque, le ombre tanto temute, tanto danzanti ! sospese nel cielo fragili e sottili. Magica orchestra diretta dal maestrale. Dimmi il tuo nome oh danza inquieta! Imploro di sapere, allora chiedo al mio inconscio di ricordare mentre penso mi trovo a ballare. Eleganti dame di una notte dai corpi esili e splendenti. Il vento si fa gelido girandoliamo d'incantesimo e mi sorprende un lungo brivido, l'incanto svanisce; vento di guerra come una lama sotto il pino verde, porti il tuo autunno ove giacciono uomini,donne e bambini sotto i fiori d'inverno, vento di tristezza, se pur il nome nome non esista. Ora siete polvere al destino del vostro vento. Anime vive, e poi sepolte. Un coro, un lamento. Canto con voi il BUON NATALE per tutti e la pace per coloro che...

Altre opere di questo autore