a te, per come sei


Le  prime luci trovano la notte
a  mettere in valigia cianfrusaglie
e le promesse hanno il retrogusto
dell'ultima goccia dentro al bicchiere

Presto, se ne andrà via con l'auto blu
di un'alba intransigente e un po' ruffiana
che col sorriso incartapecorito
spalancherà gli scuri al nuovo giorno

Prima che questo accada e arrivi il gelo
che s'attorciglia ai piedi e non ti molla
voglio pensare a te per come sei
al pugno di diamanti che nascondi

sotto la sottoveste d'ordinanza
dove al riparo d'incubi o fantasmi
giochi, sorridi e dici che mi ami
nel mondo magico di una bimba.

Altre opere di questo autore