A Un'Amica

Come vorrei, io e te ridere della sventura, mentre con segreti sospiri attenuare le ultime fiamme di dolore, e caldi abbracci di ristoro, ai piedi di ocapa e serena luce del camino. Come vorrei, io e te fratelli nei nostri lutti e complici nelle nostre gioie; come vorrei che le nostre anime siano per ogniuno di noi il luogo in cui lievi giacere e rifiorire. Come vorrei, io e te seduti su di un'orlo di coscienza, e guardare la luce del giorno morire nel nulla ed insieme attendere trepidanti il suo sfolgorante ritorno. Come vorrei non perderti mai...

Altre opere di questo autore