Naif...


 
Mancarmi...
come ciò che mai ho avuto
e che ogni notte mi accarezza
nello specchio della speranza
del nostro futuro promesso

Si è fermata l'aria nell'aria
e le ali piumate galleggiano
sfiorandosi appena l'un l'altra
e guardando alla luna irridente

Abbraccio il mio vuoto nel vuoto
che le urla non vogliono riempire
e il pensiero ti prega di tornare
a disegnarmi con un dito d'amore

E dal tuo sguardo riprendere forma
scoprendo i colori a mani nude
che il tuo vivere mi spalma addosso
come affresco naif di troppe vite...

Altre opere di questo autore