Combatti con me

Cammino lottando con gambe di legno tra onde arrabbiate di un mare di piombo che copre arrogante i pensieri appannati di un tempo che so non poter pi? toccare. Mi spingo in avanti con forze annullate gli lancio una sfida da mente impazzita che lui coglie ironico e sicuro di s? davanti all?iniquo del confronto spietato. Non creder ch?io sia cos? debole e folle da metterti in bocca il mio corpo distrutto senza aver misurato in secondi di vita un valore che ancor non ? andato perduto. Son grande e pi? grande di quello che pensi ma sempre ho perduto il momento preciso in cui di grandezza dovevo nutrirmi e non di speranze e di sogni illusori. Ho sempre cercato un bacino infinito in cui sprofondare illusioni emotive che fin da bambina m?han fatto pensare di esser fantasma nel mondo dei vivi. Combatti con me senza troppa arroganza da sempre sei tu quel bacino profondo in cui ho annegato ogni senso deluso sapendo di darlo a un amico fidato. Ridammi me stessa e riportami al mondo fai s? che non cada in quel vuoto assoluto che fatto di acqua e torpore accecante mi porta d?istinto a deporre le armi gettandomi ora nel tuo amnio attraente cercando di nuovo quell?affetto bambino nel vuoto rimasto in un corpo di donna che questua infelice carezze e calore. Combatti con me e riportami a riva prendendomi in braccio come madre amorosa che senta nel sangue il mio essere vera e di gioia e dolore mi renda la pace.

Altre opere di questo autore