Triste Angelo Caduto

A te, per infonderti la speranza di una Resurrezione...
" Triste Angelo Caduto"

Triste angelo caduto, ti ho scorto da lontano,solo e distante nel tuo perpetuo volo senza requie...
 Negl'occhi, limpido mare invernale, il muto canto delle stelle...e sulle labbra, morbido bocciolo di rosa,quel sorrise sempre triste...
 Dolce creatura celeste troppo presto hai assaggiato l'amaro frutto del dolore...dolore conosciuto e struggente desiderio di distruzione...
 Troppe volte le tue candide ali hanno provato l'ebbrezza della CadutaL'innocenza strappata a quelle membra tanto fragili...
 Intorno a te mille volti confusi Nel tuo viaggio verso quel Paradiso ormai lontano...
 e nel mio cuore il bisogno di un contatto......pelle a pelle...Quello sguardo profondo come il CieloScrutava il mio animo, parlava di quel dolore che brucia lento nel tuo cuore...
 Triste angelo caduto, ti ho scorto da lontano,solo e distante nel tuo perpetuo volo senza requie...
 Questa volta non cadereLasciati cullare...Non fuggire...Lasciati salvare.


                                                            27.07.2006

 

Altre opere di questo autore