Trasportato dal tuo calore e trasportato dal sogno, Sibilla

 

I tuoi occhi inseguono l’orizzonte, il sole cala mentre penetri con lo sguardo la profondità dello spazio che ci separa dall’infinito, sei avvolta nel tuo maglione che ti protegge dall’aria frizzante e salata e il tuo pensare intenso, ti copre come una coperta quasi impenetrabile, che ti difende dall’inconscio.

I tuoi pensieri si uniscono ad un sorriso lieve, appena t’accorgi che ti sto osservando e in quell’istante, la tua bellezza sempre così evidente, si fa ancor più palese in quei pochi centimetri quadrati del tuo bel viso scoperto. Distratta dal tuo riflettere mi rendi partecipe della profondità, mi racconti dell’ immenso a cui ogni essere è chiamato di fronte al mare e al cielo, ascolto le tue parole e osservo con te queste due ampie strade di comunicazione globale: l’una col mondo l’altra con l’eterno.

La terza strada di comunicazione verso il cuore e l’anima, la riservo per me e passa attraverso la profondità dei tuoi occhi, ancora più intriganti quando pensi, quando sei concentrata nei pensieri.

Assaporo la felicità degli attimi che condivido con te, sono orgoglioso del tuo desiderarmi e mi godo la pienezza di un amore completo, librato nel vento trasportato dal tuo calore.

Altre opere di questo autore