Immagini sovrapposte

Stamattina guardando il viso di una collega mi è venuto in mente il viso di una donna a cui ho voluto molto bene e di cui custodisco la foto nel mio archivio.

Certo i ricordi di una vita sono molti e spesso sovrapposti, ma alcuni restano nitidi, vivi e intensi, altri al contrario si sfilacciano e cedono il passo al tempo. Questa volta invece, sarà stato il taglio degli occhi leggermente truccati forse, incredibilmente mai notati prima, sarà stata l’espressione curiosa della mia collega, o più semplicemente sarà stato il mio sguardo che si è posato su piccoli dettagli prima invisibili che stavolta hanno collegato la memoria al mosaico di immagini di vita vissuta e che, all'improvviso hanno riaperto i cassetti contenenti spezzoni di esistenza riposta molto tempo prima.

Ognuno di noi ha un bagaglio di esperienze nel proprio passato che contribuiscono a comporre la propria vita passata e l' esperienza, ognuno di noi ha i giorni segnati da avvenimenti e incontri con altre persone che a loro volta vivono le stesse cose in modo più o meno consapevole, ogni persona porta con se dettagli di incontri con altre persone che fanno sì che le vite si mescolino e che ci tengono collegati tra noi, in una sorta interminabile di catena lunghissima, i cui anelli che la compongono sono gli incontri e gli scambi avuti con altre persone.

Ognuno di noi è parte incosapevole della vita di un altro, tanto da restare vivo nel racconto dell'esistenza di un'altra persona e può accadere che il bene provato non sia mai fine a se stesso, ma rappresenti ogni volta, il punto di partenza di riflessioni e quindi modi differenti di affrontare la vita, rilanciandoci verso nuove esperienze.

Altre opere di questo autore