L'ultimo spiraglio utile

Sei come sei

Dolce senza schemi chiari

Incerta di te e sicura sui tacchi

Passo di danza sulla cenere

 


Sei come vuoi

Veloce nel comparire al buio

Luce di fari nella notte

Mi chiami non puoi venire tu

 


Sei quando vuoi

Che mi mandi un soffio inatteso

Mimetizzata nel trucco

“Occhi vispi” vuoi ma… non puoi

 


Sei sempre tu

Non temere non l’ho scordato

Fregatura tremenda dietro l’angolo

Torni ogni volta che puoi se vuoi

 


Sei solo tu

Il fiato si condensa nell’attesa

Ci metto una croce sopra e non esito

T’infili nell’ultimo spiraglio utile


A restare…

Altre opere di questo autore